Intercultura

Le integrazioni e le trasformazioni socio-culturali in atto richiedono un metodo di intervento innovativo che viene definito con il termine “intercultura”. Con questo non si intende un principio etico né un traguardo da raggiungere, ma l’impostazione di una prassi di lavoro in grado di aiutarci a ripristinare una memoria plurale esplorando i contesti multiculturali che ci circondano.

La prassi interculturale implica il considerare gli immigrati non tanto rappresentanti di una cultura quanto di un progetto sociale di emancipazione.

Gli immigrati vivono un complicato processo di integrazione della propria identità finalizzato a trovare un equilibrio tra elementi appartenenti sia al nuovo contesto sia al contesto di origine. In questo processo non incide solo la cultura ma anche il genere, la provenienza sociale, il livello istruzione, il tipo di occupazione, la politica di accoglienza sul territorio, il tipo di progetto migratorio.

L’intercultura innesca perciò un processo di estensione dei confini sociali attraverso una “cultura della partecipazione” basata sul riconoscimento delle differenze. L’obiettivo è quello di stabilire un nuovo clima di confronto in grado di ri-creare spazi di negoziazione e gestire le trasformazioni sociali in atto garantendo la coesione sociale.

Questo processo intende includere nuove soggettività. In questa ottica, l’integrazione tra le diverse culture rappresenta una delle maggiori sfide del nostro paese, sia per motivi economico-politici, sia per la collocazione geografica dell’Italia. L’Associazione Psy-care è in questo contesto impegnata a costruire reti di comunicazione e supporto fra le diverse culture. L’attività di aiuto all’integrazione e all’inserimento sociale, che costituisce una delle priorità della nostra società, ci vede impegnati, in quanto esperti della salute psicologica, al fine di salvaguardare i diritti dell’uomo e della persona quando si trova ad affrontare nella quotidianità problematiche differenti e lontane dalla propria cultura d’origine. Sono nostri obiettivi la ricerca di una migliore organizzazione, pianificazione, gestione e supporto – attraverso la formazione – delle persone rappresentanti differenti culture, nonché favorire la creazione di reti sociali per sostenere e valorizzare, ove necessario e possibile, tali differenze.

Le principali attività di Psy Care a favore di una buona intermediazione, si realizzano nei seguenti ambiti:

  • Informazione e formazione delle figure professionali che sempre più spesso, per esigenze lavorative, devono confrontarsi e relazionarsi con culture “altre”;
  • Formazione e counselling per gli operatori che lavorano con cittadini extracomunitari;
  • Collaborazione con i servizi presenti sul territorio su progetti focalizzati all’integrazione;
  • Collaborazione con altre Associazioni di volontariato impegnate nell’integrazione e inclusione sociale;
  • Progettazione e realizzazione di materiale informativo e formativo;
  • Promozione di gruppi di lavoro multidisciplinari e multiculturali integrati;
  • Promozione e realizzazione di gruppi di auto-aiuto sulle differenti problematiche emergenti.