Consulenza e sostegno psicologico

La consulenza psicologica è una modalità di intervento che dura alcuni incontri, grazie alla quale possono essere affrontati temi legati a difficoltà temporanee, a disturbi di lieve entità o a disagio nelle relazioni, ma può anche riguardare aspetti individuali o di performance che la persona desidera migliorare.

Lo psicologo lavora per definire la problematica portata dal cliente ed individuare le possibili risorse per affrontarla. Permette di analizzare il problema da diverse prospettive, aprendo la strada a molteplici possibilità di cambiamento. La persona deve essere messa nelle condizioni di poter decidere in autonomia, ricostruendo il senso di autoefficacia e competenza nell’occuparsi delle proprie vicende personali.

Lo psicologo deve accogliere la problematica del cliente e insieme a lui lavora per identificare le connessioni fra il problema e il contesto di vita della persona e individuare le risorse disponibili per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Al termine di una consulenza psicologica il cliente deve essere in grado di decidere quali strategie adottare e, se necessario, di intraprendere un ulteriore percorso di sostegno psicologico o di psicoterapia. Grazie alla relazione dialogica, il cliente può rivestire di senso e significato il proprio problema, mettendo ordine e facendo chiarezza su quello che realmente si vuole.

Le consulenze psicologiche possono essere individuali, di coppia o familiari.

Il Sostegno Psicologico è un intervento di supporto utile per le persone che vivono un momento di disagio o di crisi personale, per le quali non si presenta la necessità di ricorrere ad un intervento psicoterapeutico strutturato.

Consiste in un percorso psicologico utile nei momenti di cambiamento, che non necessariamente implicano la presenza di un disagio psichico, come il sostegno alla paternità e alla maternità, il sostegno nei periodi di transizione fisiologici, il sostegno in seguito ad un fatto inatteso e nefasto accaduto a se stessi o ad un proprio caro.